02.03.2022

Ucraina: giornata nazionale di solidarietà il 9 marzo

Mercoledì 9 marzo 2022, in collaborazione con la SSR, organizziamo una giornata nazionale di solidarietà a favore della popolazione ucraina. Un evento volto a rispondere alla gravità della crisi umanitaria che si sta profilando e allo straordinario slancio di solidarietà che sta nascendo in Svizzera.

Donare Ora

Facciamo appello alla vostra solidarietà il 9 marzo

Da diversi giorni, l’Ucraina subisce i ripetuti attacchi dell’esercito russo. Centinaia di migliaia di rifugiati, soprattutto donne, bambini e anziani, sono fuggiti dal loro paese in cerca di protezione.

Di fronte alla drammatica crisi, che si intensifica giorno dopo giorno, in collaborazione con la SSR il 9 marzo 2022 organizziamo una giornata nazionale di solidarietà a favore della popolazione ucraina. Con il sostegno del nostro partner SSR, delle radio regionali e di altri media, lanceremo un appello alle donazioni attraverso i suoi canali tradizionali TV e radio nonché online dalle 7.00 alle 23.00. Numerose personalità e volontari si mobiliteranno e raccoglieranno le promesse di donazione telefoniche.

Sono già centinaia di migliaia i rifugiati, e presto se ne aggiungeranno milioni di altri

Nessuno rimane indifferente di fronte alla guerra che attualmente sta dilaniando l’Ucraina. L’offensiva lanciata dalla Russia si intensifica da alcuni giorni e centinaia di migliaia di persone fuggono dal paese verso la Polonia, la Moldavia, la Slovacchia, la Romania e l’Ungheria. Stando all’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, milioni di altre persone potrebbero intraprendere lo stesso cammino di fronte al deterioramento della situazione.

Siamo costantemente in contatto con le nostre ONG partner presenti nella regione, che fanno il possibile per fornire un aiuto adeguato alle esigenze. Grazie alle vostre donazioni, possiamo mettere in atto un’azione umanitaria mirata e di qualità per aiutare la popolazione ucraina.

«Siamo estremamente colpiti dalla solidarietà espressa negli ultimi giorni dalla popolazione svizzera nei confronti della popolazione ucraina. Questa guerra ci tocca da vicino; vogliamo amplificare questo slancio di aiuto reciproco e poter fornire un contributo umanitario essenziale.»
Miren Bengoa, direttrice della Catena della Solidarietà

Un aiuto umanitario essenziale

Il nostro aiuto si concentrerà in un primo tempo sull’accoglienza dei rifugiati: cibo, alloggi, articoli d’igiene e assistenza medica sono essenziali per queste persone in cerca di sicurezza. Sorvegliamo attentamente l’evoluzione della guerra per poterci adattare alle future esigenze umanitarie. Per garantire una risposta umanitaria professionale e mirata, nei prossimi giorni invieremo alla frontiera polacca due dei nostri responsabili del dipartimento Programmi.

La vicinanza di questa guerra suscita nella popolazione svizzera una volontà crescente di mobilitarsi: dal lancio della raccolta fondi, giovedì 24 febbraio, ci avete affidato oltre 10 milioni di franchi in donazioni. Grazie di tutto cuore!

Se avete domande o volete saperne di più sulla nostra Fondazione, non esitate a contattarci. Saremo lieti di rispondervi.