Inondazioni in Pakistan

33 milioni di persone sono attualmente in gravi difficoltà a causa delle inondazioni in Pakistan. Nelle ultime settimane, il paese è stato sommerso dalle piogge monsoniche più violente di questi ultimi 30 anni, che hanno allagato intere regioni. Finora, le inondazioni hanno causato oltre 1’000 decessi e distrutto quasi un milione di edifici. Innumerevoli persone hanno bisogno del nostro sostegno. La Catena della Solidarietà apre un conto donazioni per permettere alle sue organizzazioni umanitarie partner svizzere di prestare rapidamente aiuto alla popolazione pakistana.

Donare ora

Donazioni raccolte: CHF 2'735'406

Un paese sott’acqua

In Pakistan sono milioni le vittime delle conseguenze di queste piogge monsoniche, le più violente degli ultimi 30 anni. Stando alle stime, le precipitazioni sono state da cinque a sette volte più intense rispetto agli anni precedenti. Prima del monsone, il Pakistan era già stato colpito da una terribile ondata di calore durata diversi mesi, che aveva inaridito il paese e provocato lo scioglimento dei ghiacciai. Suoli aridi e piogge torrenziali provocavano già prima inondazioni: questo monsone record ha ulteriormente aggravato la situazione fino a giungere alla catastrofe attuale. Ad oggi, oltre 1’000 persone hanno perso la vita a causa delle inondazioni, centinaia di migliaia hanno perso tutti i loro beni e quasi un milione di edifici sono andati distrutti. Il governo pakistano ha dichiarato lo stato di emergenza e chiesto aiuto alla comunità internazionale.

Centinaia di migliaia di persone in una situazione precaria

Le conseguenze di queste terribili inondazioni per la popolazione pakistana sono devastanti. Benché intere regioni del paese siano inondate, manca l’acqua potabile. Se le persone bevono acqua sporca e contaminata per non morire di sete, è elevato il rischio di un aumento delle malattie come la diarrea o delle infezioni. Mancano anche alimenti di base quali cereali e riso, sono state distrutte centinaia di migliaia di case e sono annegati moltissimi capi di bestiame, fonte di sostentamento per centinaia di migliaia se non addirittura milioni di persone. Da un giorno all’altro, tutte queste persone hanno perso la loro casa e i loro mezzi di sostentamento. Una situazione gravosa, che rischia di protrarsi anche dopo le inondazioni.

L’aiuto della Catena della Solidarietà

Di fronte alla situazione disastrosa venutasi a creare in Pakistan, apriamo un conto per raccogliere donazioni a sostegno delle persone colpite da questa terribile catastrofe. Le nostre organizzazioni partner svizzere presenti sul posto, come Helvetas, Solidar Suisse, la Croce Rossa Svizzera, Save the Children Svizzera and Médecins Sans Frontières, hanno già iniziato a fornire un sostegno immediato e distribuiscono viveri e acqua potabile. Nei prossimi giorni e settimane, presteremo aiuti d’urgenza in collaborazione con le nostre organizzazioni umanitarie partner svizzere.

Donare ora

Le nostre notizie

Se avete domande o volete saperne di più sulla nostra Fondazione, non esitate a contattarci. Saremo lieti di rispondervi.