03.02.2022

Nel 2021 la vostra solidarietà ha sostenuto milioni di persone. In che modo?

Lo scorso anno, avete continuato a sostenere le persone in difficoltà in Svizzera e nel mondo! Ripercorriamo un anno di grande solidarietà con una panoramica di ciò che abbiamo potuto fare grazie a voi.

27 milioni di franchi

Nel 2021, la pandemia di Covid-19 ha proseguito il suo corso, mettendo in seria difficoltà milioni di persone nel mondo intero. Ad Haiti, un terremoto di devastante intensità ha provocato danni ingentissimi. I talebani hanno preso il potere in Afghanistan, inducendo massicci spostamenti di persone in un paese già fragilizzato dalla siccità, dai conflitti e dalla pandemia. Molti bambini soffrono, vittime di violenza in Svizzera e nel mondo intero. Anche in queste condizioni difficili, avete dato prova di una grandissima solidarietà, come ormai da molti anni, affidandoci 27 milioni di franchi per permettere a millioni di persone di risollevarsi da catastrofi naturali o crisi umanitarie.

Grazie di cuore per il vostro impegno e la vostra straordinaria solidarietà!

«Uno straordinario slancio di generosità vi ha animati in occasione delle nostre raccolte fondi nel 2021. Grazie di cuore per questa rinnovata testimonianza di solidarietà. Siamo convinti che uniti possiamo veramente fare la differenza. Di fronte alle crisi che si perpetuano, il nostro lavoro è fondamentale e lo rimarrà anche negli anni a venire.»
Catherine Baud-Lavigne, Vice Direttrice della Catena della Solidarietà

8,4 milioni di persone in difficoltà sostenute…

Gran parte delle donazioni che ci avete affidato nel 2021 e negli anni precedenti hanno permesso di aiutare milioni di persone. Tra queste, oltre 6,5 milioni di persone duramente colpite dalle conseguenze economiche, sociali e sanitarie della pandemia in Svizzera e nel mondo.

… in 40 paesi

Le nostre ONG partner, di cui finanziamo i progetti, hanno potuto intervenire in 40 paesi, per fronteggiare catastrofi naturali e crisi umanitarie come ad Haiti o in Afghanistan o per aiutare le persone più fragili ad affrontare le difficoltà causate dalla pandemia in 18 paesi, tra cui India, Brasile e Svizzera.

Sono proseguiti inoltre gli aiuti iniziati in Libano nel 2020, in seguito all’esplosione nel porto di Beirut, nonché gli interventi di ricostruzione in Indonesia dopo lo tsunami del 2018.

Nel 2021, 174 progetti finanziati hanno permesso di aiutare molte persone qui, in Svizzera

348 progetti finanziati…

Nel 2021, abbiamo stanziato 34 milioni di franchi per finanziare 348 progetti di aiuto: 174 nel mondo e 174 in Svizzera. Questi progetti si sono concentrati principalmente sulle persone colpite dalle ripercussioni economiche, sociali e sanitarie della pandemia in Svizzera e nel mondo.

Su scala internazionale, il sostegno a favore delle persone maggiormente esposte alle conseguenze del Covid-19 si è focalizzato in particolare sulla vaccinazione, la prevenzione, l’accesso alle cure e l’aiuto economico alle famiglie.

In Svizzera, il sostegno si è concretizzato perlopiù sotto forma di aiuti finanziari e servizi alle persone bisognose di aiuto (ad esempio consegne a domicilio, cure o trasporti).

Il 2021 è stato anche l’anno del nostro 75° anniversario e della nomina della nostra nuova direttrice!

Con voi, abbiamo tagliato il traguardo dei 75 anni

In quest’occasione, ci è sembrato importante analizzare la percezione della solidarietà da parte della popolazione svizzera, un sentimento da sempre alla base della nostra missione. In quest’ottica, abbiamo pubblicato il primo «Barometro della solidarietà della Catena della Solidarietà». Stando ai risultati del sondaggio, la solidarietà è stata messa a dura prova durante la pandemia e quindi abbiamo invitato la popolazione a stringere le maglie della catena solidale non solo nell’ambito della nostra raccolta fondi del giubileo, bensì anche in futuro, per superare le sfide che saremo chiamati ad affrontare.
È in questo contesto che, con il sostegno della SSR, di Swisscom e di alcuni media privati, tra cui le Radios Régionales Romandes, è stata organizzata anche una giornata nazionale di solidarietà dedicata all’infanzia che soffre in Svizzera e nel mondo. In occasione di questo evento, avete donato 4,2 milioni di franchi; un importo quasi raddoppiato un mese dopo la raccolta fondi.

Miren Bengoa, nuova direttrice e prima donna in questa funzione

Nominata nel 2021, la nostra nuova direttrice è entrata in carica il 1° gennaio 2022. Forte di un’esperienza di oltre 20 anni in seno a organizzazioni multilaterali, fondazioni private e ONG, Miren Bengoa ci affianca ora nella nostra missione solidale.

Catherine Baud-Lavigne, attualmente vice direttrice nonché responsabile delle finanze e dell’amministrazione, lascerà la nostra splendida squadra a fine marzo per dedicarsi a nuove attività. Il suo impegno esemplare e le sue competenze specialistiche hanno fatto di lei una maglia fondamentale della nostra catena umana.

Volete saperne di più?

Informazioni più dettagliate sull’impiego delle donazioni nel 2021 saranno disponibili nel nostro rapporto annuale e nel nostro rapporto finanziario, che saranno pubblicati nel corso del primo semestre 2022.

Se avete domande o volete saperne di più sulla nostra Fondazione, non esitate a contattarci. Saremo lieti di rispondervi.