17.11.2017

Carestia in Africa

Grazie alla vostra generosità, dal lancio della colletta lo scorso aprile la Catena della Solidarietà ha raccolto quasi 19 milioni di franchi. 12 organizzazioni umanitarie svizzere partner della Catena della Solidarietà si sono impegnate per aiutare circa 800’000 persone nel Sud Sudan, in Somalia e in Nigeria. Le richieste di sostegno delle OGN hanno superato i mezzi a nostra disposizione. A inizio dicembre, il nostro gruppo di esperti assegnerà l’ultimo milione donato.

Donare ora

19 milioni per aiutare circa 800’000 persone

La siccità in Africa fa ormai parte delle crisi dimenticate. La situazione nel Sud Sudan, in Somalia e in Nigeria, dove conflitti e siccità si sovrappongono, rimane comunque estremamente critica per milioni di persone. Anche se non ci sono più vere e proprie sacche di carestia, permane lo stato d’emergenza in vaste regioni, laddove la sopravvivenza di intere popolazioni dipende totalmente dall’aiuto umanitario.

Una parte importante della popolazione si è rifugiata nei paesi vicini, ad esempio in Uganda o nel Niger. Le vostre donazioni permettono di finanziare gli aiuti d’urgenza, ad esempio l’accesso all’acqua, gli alimenti terapeutici per i bambini che soffrono di grave malnutrizione, la distribuzione di generi alimentari, le cure mediche e le misure d’igiene per evitare la propagazione delle malattie. Vengono finanziate anche misure di protezione dell’infanzia e di accompagnamento psicologico delle persone traumatizzate dalla guerra.

Ho constatato l’importanza del nostro aiuto per questi rifugiati costretti a scavare la terra per trovare l’acqua prima che finanziassimo i pozzi.»
Mai Groth, addetta ai progetti per la Catena della Solidarietà, al suo rientro dal campo profughi Bidi Bidi in Uganda

Le vostre donazioni finora ci hanno permesso di:

  • finanziare 18 progetti in Somalia, Nigeria, Uganda e nel Sud Sudan messe in atto da 12 organizzazioni umanitarie partner: Adra, Caritas, Croce Rossa Svizzera, CICR, Missioni cristiane per i ciechi nel mondo, ACES, Handicap International, MSF, Medair, Terre des hommes – aiuto all’infanzia, Save the Children, VSF
  • e di raggiungere 771’245 bambini, donne e uomini.