Trovare aiuto in Svizzera

Sin dall’inizio, aiutiamo le persone in difficoltà anche in Svizzera. Vi spieghiamo come sollecitare il nostro aiuto.

L’aiuto sociale della Catena della Solidarietà per le persone in difficoltà finanziarie in Svizzera

Aiuto sociale

Informazioni per privati e collaboratori dei servizi sociali
: La Catena della Solidarietà aiuta le vittime di intemperie in Svizzera.

Aiuto in caso di intemperie

Informazioni per privati, organizzazioni, comuni e aziende
La Catena della Solidarietà sostiene progetti di aiuto ai rifugiati minori non accompagnati in Svizzera.

Minori non accompagnati in Svizzera

Informazioni per le istituzioni sociali impegnate in progetti a favore di rifugiati minori non accompagnati

Aiuto sociale in Svizzera

Vi trovate in una situazione finanziaria difficile? Non sapete ad esempio come pagare la fattura del dentista?

Quando i soldi non bastano per coprire una spesa imprevista, il nostro aiuto sociale potrebbe eventualmente darvi una mano.

La vostra richiesta è ricevibile? In che modo potete sollecitare questo contributo unico d’emergenza? Ve lo spieghiamo noi.

La Catena della Solidarietà aiuta le persone in difficoltà finanziarie in Svizzera

     Per privati

Se i seguenti requisiti sono soddisfatti, potete sollecitare un aiuto da parte nostra:
  • Siete residenti in Svizzera
  • Finora non avete ricevuto alcun aiuto da parte nostra
  • Le vostre entrate mensili, dedotte le uscite di tutti i membri della famiglia (inclusi i bambini),non superano la soglia limite da noi stabilita, equivalente al minimo esistenziale
  • Costi di alloggio (affitto, cauzione, spese di trasloco, acquisto di mobili ecc.)
  • Spese sanitarie (onorari del medico o del dentista, premi di cassa malati, acquisto di occhiali ecc.)
  • Costi legati ai figli (assistenza, costi causati da una nascita, vestiti, attività del tempo libero, lezioni di sostegno ecc.)
  • Costi di trasporto
  • Costi per soggiorni all’estero (viaggi, vacanze, visite alla famiglia, prestazioni mediche, interventi ecc.)
  • Costi di formazione e studi
  • Imposte
  • Onorari del veterinario
  • Costi per funerali e sepolture
  • Saldi negativi di carte di credito e altri debiti legati al credito
  • Costi legali
  • 1 Persona: 900 CHF
  • 2 Persone: 1100 CHF
  • 3 Persone: 1600 CHF
  • 4 Persone: 2100 CHF
  • 5 Persone e più: 2600 CHF
Con il nostro fondo speciale «Cala Sannitica» partecipiamo al finanziamento di attività sportive e artistiche, di corsi di sostegno scolastico e vacanze per bambini e giovani fino a 18 anni. In questo caso, l’aiuto può anche essere rinnovato di anno in anno.
Non potete presentare direttamente la vostra richiesta di aiuto; deve essere inoltrata da un servizio sociale. Può essere un servizio sociale pubblico o un ufficio di consulenza privato (consultori parrocchiali, servizi sociali ospedalieri, istituzioni private quali Caritas, Pro Infirmis, Pro Senectute, Lega contro il cancro ecc.).
Di regola versiamo il denaro al servizio sociale che ha inoltrato la richiesta a nome vostro. Si occuperà in seguito di trasferire il denaro sul vostro conto, di consegnarvelo o di procedere direttamente al pagamento della fattura.
Il nostro contributo unico d’emergenza è volto a risolvere le vostre difficoltà a lungo termine. Perciò potete richiedere il nostro sostegno una sola volta.
Accordiamo il nostro sostegno sotto forma di donazione; non concediamo prestiti.

Inviateci una e-mail o chiamateci allo 058 458 12 12

     Per i servizi sociali

Se lavorate presso un servizio sociale pubblico o un consultorio privato e intendete inoltrare richieste d’aiuto alla nostra attenzione, dovete dapprima contattarci via e-mail per richiedere l’apertura di un conto.

Vi invieremo un modulo. Non appena lo avremo ricevuto debitamente compilato, apriremo un conto a nome del vostro servizio sociale o del vostro consultorio, facendovi pervenire via e-mail il codice d’accesso, la password e le istruzioni (una persona di contatto per servizio).

All’interno dell’istituzione, il codice d’accesso e la password possono essere trasmessi ad altri colleghi che si occupano delle richieste d’aiuto.

Potete inoltrare le richieste con il codice d’accesso dell’istituzione e la password tramite il nostro modulo di richiesta online.

I documenti necessari accompagnati dai giustificativi possono essere inviati per posta a:

Catena della Solidarietà
Rue des Maraîchers 8
Casella postale 132
1211 Ginevra 8

È un aspetto al quale attribuiamo un’importanza particolare. Per l’invio del modulo online ci affidiamo perciò alla tecnologia SSL. Inoltre i server presso la nostra sede principale di Ginevra sono rigorosamente protetti.

Aiuto in caso di intemperie in Svizzera

Un evento meteorologico straordinario ha distrutto tutti i vostri beni? I costi non coperti dalle assicurazioni vi mettono in una situazione finanziaria difficile?

Forse il nostro aiuto in caso di intemperie può darvi una mano..

Vi spieghiamo le modalità d’aiuto e il procedimento per sollecitare un contributo.

La Catena della Solidarietà partecipa ai lavori di sgombero dopo un’ondata di maltempo in Svizzera.

     Per privati e organizzazioni senza fini di lucro

Indirizzatevi di preferenza al vostro Comune. Dopo una catastrofe naturale, generalmente esso è in contatto con uno dei nostri partner (Caritas o Croce Rossa Svizzera) ed è in grado di fornirvi informazioni sul modo di procedere.

Se il Comune non vi può aiutare, potete rivolgervi direttamente alle nostre organizzazioni umanitarie partner che coordinano gli aiuti per conto nostro:

Finanziamo aiuti immediati, aiuti intermedi e costi residui legati ai lavori di sgombero e ripristino:
  • Aiuti immediati: primi acquisti necessari e costi supplementari a corto termine subito dopo il sinistro
  • Aiuti intermedi: locali provvisori, costi supplementari ad esempio per alloggio, vitto, spostamenti e acquisti provvisori urgenti legati al sinistro
  • Costi residui: costi non coperti da assicurazioni e altre istituzioni, ad es. per la sostituzione di mobili e veicoli, lo sgombero e il ripristino di terreni, strade, sentieri, edifici, infrastrutture, corsi d’acqua privati ecc.
Il contributo vi viene versato dall’organizzazione partner che ha trattato la vostra richiesta (Caritas o Croce Rossa Svizzera).

     Per i Comuni

Dopo aver esaminato la stima del Comune, i nostri esperti determinano da un lato se il costo dei danni per abitante è sproporzionato, e dall’altro se il Comune può essere classificato come a debole reddito o a debole capacità finanziaria. In base a quest’analisi, possiamo entrare in merito oppure no.

Potete rivolgervi direttamente alle nostre organizzazioni umanitarie partner che coordinano gli aiuti per conto nostro:

Finanziamo costi residui per lavori urgenti effettuati subito dopo la catastrofe, riparazioni provvisorie e definitive nonché follow-up di progetti:
  • Lavori urgenti: sgombero, messa in sicurezza e prevenzione volti a limitare al massimo i danni in caso di future catastrofi
  • Riparazioni provvisorie e definitive: ponti, sentieri, strade e ripristino degli argini

     Per le aziende

Può sollecitare un contributo l’azienda che soddisfa i seguenti requisiti:
  • I rischi legati all’azienda sono supportati interamente o in parte dal proprietario
  • L’azienda era finanziariamente sana prima della catastrofe
  • Conta al massimo 50 impieghi a tempo pieno
  • Il nostro sostegno permette di salvare posti di lavoro
  • Sono previlegiate le aziende con finalità sociali
Finanziamo aiuti intermedi e costi residui.
  • Aiuti intermedi: locali provvisori, costi supplementari ad esempio per alloggio, vitto, spostamenti e acquisti provvisori urgenti legati al sinistro
  • Costi residui: costi non coperti da assicurazioni e altre istituzioni, ad es. per la sostituzione di mobili, macchine, attrezzi, la riparazione di veicoli, il mantenimento dell’impiego dei collaboratori ecc.

Aiuto ai rifugiati minori non accompagnati in Svizzera

Siete un’istituzione sociale privata che realizza progetti destinati ai minori non accompagnati in Svizzera? Accompagnate i bambini e i giovani nel loro percorso di integrazione sociale e professionale?

Allora possiamo sostenere il vostro progetto con un contributo dal fondo «Jeder Rappen zählt» 2016 (Ogni centesimo conta).

Vi spieghiamo le modalità d’aiuto e il procedimento per sollecitare un contributo.

La Catena della Solidarietà sostiene progetti di aiuto ai rifugiati minori non accompagnati in Svizzera.

     Per le istituzioni sociali private

Sosteniamo progetti di aiuto ai minori non accompagnati volti a:
  • contribuire alla formazione di base di questi giovani (apprendimento di una lingua nazionale, recupero di matematica ecc.);
  • accompagnare i giovani nella costruzione del loro progetto socio-professionale e condurli verso un inserimento professionale;
  • offrire strutture o programmi d’integrazione socio-educativi (attività educative, pedagogiche, ludiche, comunitarie o sportive) in attesa della presa a carico dei giovani da parte dello Stato (scuola o formazione professionale);
  • favorire l’integrazione sociale e la partecipazione:
    • permettere ai giovani migranti di esprimere il loro vissuto e di elaborarlo,
    • favorire il diritto alla partecipazione permettendo ai giovani di far sentire la loro voce, di valorizzare le loro conoscenze e di partecipare attivamente alla società nella quale vivono,
    • sviluppare le competenze sociali,
    • favorire l’inserimento in attività/programmi frequentati da giovani svizzeri, che favoriscono un’integrazione sociale tra pari.

Le linee guida e i criteri di sostegno applicati nella procedura di valutazione dei progetti possono essere scaricati in formato PDF:

 

Linee guida

Con la nostra check-list potete verificare se il vostro progetto soddisfa tutti i requisiti richiesti.

 

Check-list

Dopo aver verificato con la nostra check-list se il vostro progetto soddisfa tutti i requisiti contemplati nelle linee guida, potete sollecitare via e-mail il modulo per la richiesta di un contributo finanziario.

Il termine per l’invio delle richieste, fissato al 2° maggio, è ormai superato. Nessun nuovo termine è stato fissato per il deposito delle domande.