14.06.2016

Il Niño in Africa: La Catena della Solidarietà lancia un appello alle donazioni

In Africa circa 50 milioni di persone risentono degli effetti devastanti di El Niño. L’alternarsi di periodi di siccità e inondazioni mette in pericolo la vita di queste persone, in particolare bambini, donne incinte e anziani. La Catena della Solidarietà ha deciso di sbloccare immediatamente 1 milione di franchi e lancia un appello alle donazioni.

 

L’Africa orientale e l’Africa australe sono particolarmente colpite dagli effetti di El Niño. In seguito a una delle più grandi siccità legate a questo fenomeno climatico, certe regioni, in particolare l’Etiopia, sono attualmente flagellate da gravi inondazioni legate all’aridità delle terre. Le epidemie cominciano a propagarsi. «È urgente intervenire subito. I pastori hanno perso gli animali, i contadini non hanno sementi, raccolti, né acqua. I governi interessati fanno grandi sforzi, ma l’aiuto internazionale è indispensabile», dichiara Irene Flückiger, addetta ai progetti della Catena della Solidarietà, recatasi recentemente nella regione.

 

ONG svizzere attive nella regione

Le ONG svizzere partner della Catena della Solidarietà sono già attive nei paesi interessati e possono intervenire rapidamente su scala più ampia in vari paesi colpiti dal fenomeno. Ad oggi, la Catena della Solidarietà ha già sostenuto con fondi esistenti dei progetti di Veterinari Senza Frontiere e Helvetas. Gli interventi si concentrano sull’approvvigionamento d’acqua, sementi e foraggio per il bestiame, nonché interventi essenziali di aiuto alla sopravvivenza per la popolazione. Saranno promosse le attività miranti a rafforzare la resilienza alle catastrofi di queste popolazioni.

 

1 milione di franchi subito a disposizione

La Catena della Solidarietà sblocca 1 milione di franchi per aiutare immediatamente le popolazioni colpite dagli effetti di El Niño. Da oggi la fondazione lancia anche una raccolta fondi, indispensabile per finanziare interventi più numerosi e incisivi nei prossimi mesi. La colletta proseguirà durante l’estate. «Siamo consapevoli del fatto che attualmente il dramma che si sta consumando in Africa non sia molto mediatizzato, ma abbiamo il dovere di attirare l’attenzione dell’opinione pubblica anche sulle crisi, tanto più che vi è urgenza», dichiara Tony Burgener, direttore della Catena della Solidarietà.

 

Fate una donazione

Le donazioni possono essere effettuate in qualsiasi momento direttamente online, attraverso l’applicazione della Catena della Solidarietà «Swiss Solidarity» oppure sul conto postale 10-15000-6 (menzione «Africa»).