16.05.2018

Giornata nazionale di raccolta fondi a favore dei Rohingya il 23 maggio 2018

Piogge torrenziali e cicloni metteranno nuovamente in pericolo i Rohingya in Bangladesh. Per poter finanziare gli aiuti indispensabili e urgenti forniti dalle nostre organizzazioni umanitarie partner, in collaborazione con la SSR e con il sostegno delle radio private pro Catena della Solidarietà organizziamo una giornata nazionale di raccolta fondi a favore dei Rohingya.

donare ora

Condizioni di vita precarie

Nell’agosto 2017 circa 780’000 persone della minoranza etnica Rohingya sono state costrette a fuggire dal Myanmar verso il Bangladesh. Nel campo profughi più grande del mondo, i rifugiati vivono in condizioni molto precarie.

Dall’inizio della crisi, con le nostre organizzazioni umanitarie partner ci impegniamo a favore di questi sfollati; grazie alle vostre donazioni, finanziamo la costruzione di latrine, l’accesso all’acqua potabile e l’assistenza medica, la creazione di luoghi sicuri per i bambini, la distribuzione di materiale per costruire e consolidare gli alloggi.

Giornata nazionale di raccolta fondi: mercoledì 23 maggio 2018

Purtroppo, proprio ora che queste persone sono minacciate da una nuova catastrofe, ci mancano i mezzi per poter proseguire il nostro aiuto. Monsoni e cicloni mettono nuovamente a rischio i profughi. Le piogge trasformano il terreno argilloso in fango, facendo franare le case in zona collinare già di per sé precarie; le latrine verranno inondate e sradicate, causando così la fuoriuscita degli escrementi e la rapida propagazione di malattie ed epidemie nel campo profughi.

Perciò mercoledì 23 maggio 2018 organizziamo una giornata nazionale di raccolta fondi, appellandoci alla vostra solidarietà verso i Rohingya. Poiché per queste persone, le vostre donazioni fanno la differenza.

Il vostro sostegno

Speriamo di poter nuovamente contare sulla vostra generosità e attendiamo le vostre chiamate il 23 maggio dalle sei del mattino a mezzanotte oppure le vostre donazioni online. Vi saremmo altresì grati di voler mobilitare i vostri amici, parenti e conoscenti attraverso i social media mediante appelli alle donazioni e post con l’hashtag #SwissSolidarityForRohingya.

Grazie di cuore!