12.10.2020

Coronavirus: così aiutano le vostre donazioni

Una grande dimostrazione di solidarietà: dall’inizio della raccolta fondi a favore delle persone maggiormente colpite dalla pandemia del coronavirus in Svizzera a metà marzo, ci sono pervenuti oltre 42 milioni di franchi. Come sono state impiegate le vostre donazioni dalle organizzazioni umanitarie con le quali collaboriamo? Ve lo raccontano loro.

Speranza per migliaia di persone

Finora sono stati finanziati più di 150 progetti di aiuto per un importo di oltre 35 milioni di franchi. Con questi progetti, abbiamo sostenuto persone che vivevano in situazioni precarie già prima della pandemia e che hanno perso la loro fonte di reddito in seguito alla crisi, ritrovandosi in una situazione finanziaria disastrosa e in certi casi anche senza soldi per sfamare loro stessi e la famiglia. Altri invece avevano urgentemente bisogno di un sostegno sociale, ad esempio in termini di cure o di aiuto domiciliare.

«42 milioni di franchi… ossia migliaia di donatrici e donatori non indifferenti alle conseguenze devastanti della pandemia per molte persone in Svizzera. Da parte nostra, facciamo tutto il possibile affinché le organizzazioni con le quali collaboriamo impieghino le vostre donazioni in modo mirato ed efficace.»
Fabienne Vermeulen, responsabile Programmi in Svizzera

Oltre 114 organizzazioni per un lavoro straordinario

I progetti da noi sostenuti vengono realizzati da 114 organizzazioni svizzere, tra cui le nostre due ONG partner incaricate ed esperte in materia Caritas Svizzera e Croce Rossa Svizzera, che con le vostre donazioni prestano aiuto alle persone bisognose, regalando loro anche un po’ di speranza.

La crisi del coronavirus ha confrontato molte organizzazioni con sfide mai viste prima d’ora. Con lo scoppio della pandemia, il numero delle persone in cerca di aiuto è aumentato vertiginosamente, spingendo le organizzazioni umanitarie ai limiti delle loro capacità. I mezzi finanziari supplementari con i quali, grazie alle vostre donazioni, abbiamo potuto finanziare le ONG, sono stati di vitale importanza.

Un grazie da parte delle organizzazioni umanitarie

Sostegno finanziario

«Proprio come le piccole imprese, che hanno incontrato problemi di liquidità, anche molte famiglie sulla soglia della povertà non hanno soldi per pagare le fatture alla fine del mese. Famiglie e persone sole con un piccolo reddito e un guadagno aggiuntivo si ritrovano in pochissimo tempo in una situazione di crisi. Le persone più povere sono quelle più colpite.»

Hugo Fasel, direttore di Caritas

Lebensmittelhilfe

«Das SRK ist froh und dankbar um die Unterstützung der Glückskette in dieser schwierigen Zeit. Sie ermöglicht uns, dass unsere Freiwilligen noch mehr isolierte Menschen täglich mit Nahrungsmitteln versorgen können, ein wichtiger finanzieller Zustupf für Familien oder Menschen in Not rasch und unkompliziert gewährt werden kann und wir schnell neue Freiwillige für unsere Arbeit gewinnen können.»

Markus Mader, direttore di CRS

Aiuto immediato

«Il Soccorso operaio svizzero è grato alla Catena della Solidarietà per il suo sostegno sollecito e immediato. Con questi soldi, aiutiamo le persone che vivevano con il minimo esistenziale già prima della pandemia di coronavirus e che, con la perdita del lavoro, si sono ritrovate in serie difficoltà. Pensiamo ad esempio alle madri che crescono da sole i figli in condizioni di povertà. A loro e a molte altre persone abbiamo potuto offrire un sostegno grazie a queste generose donazioni.»

Caroline Morel, responsabile Segretariato nazionale Soccorso operaio svizzero SOS

Aiuto sociale

«In dieser ausserordentlichen Lage ist Pro Senectute Schweiz froh über jegliche Art von Unterstützung. Dank der Glückskette können die 24 kantonalen und interkantonalen Pro Senectute Organisationen schnell und unkompliziert verschiedene Dienste für die Seniorinnen und Senioren auf die Beine stellen und in der Not Unterstützung anbieten.»

Alain Huber, Direktor Pro Senectute

Tutto questo grazie alle vostre donazioni.

Grazie di cuore!