24.03.2019

28 marzo 2019: giornata nazionale di raccolta fondi per lo Yemen

Insieme, possiamo fare la differenza per la popolazione yemenita. Aiutate anche voi e lanciate un chiaro segnale in occasione della giornata nazionale di raccolta fondi per lo Yemen.

Donare ora

La popolazione yemenita ha bisogno del nostro aiuto

Dopo oltre quattro anni di conflitto, la situazione in Yemen è drammatica:

  • 24 milioni di persone dipendono dagli aiuti umanitari per sopravvivere;
  • 1,8 milioni di bambini soffrono di malnutrizione;
  • quasi quattro milioni di persone sono profughi all’interno del paese;
  • meno del 50% delle strutture sanitarie è ancora in funzione;
  • la mancanza di accesso all’acqua potabile facilita la diffusione di malattie come il colera.

Le vostre donazioni ci aiutano ad aiutare

Con le vostre donazioni, cinque nostre ONG partner attive in Yemen saranno in grado di:

  • garantire l’accesso all’acqua potabile;
  • curare i bambini malnutriti;
  • fornire assistenza medica a malati e feriti;
  • migliorare le condizioni igieniche e prevenire le epidemie;
  • distribuire corredi con beni di prima necessità;
  • laddove tecnicamente possibile, fornire aiuti sotto forma di denaro affinché le persone possano acquistare ciò di cui necessitano.

«Il fatto che questa catastrofe sia poco mediatizzata ci spinge a chiedere a tutti di attivare la loro rete di contatti per sensibilizzare quante più persone possibile sulla gravità della situazione in Yemen.»
Tony Burgener, Direttore della Catena della Solidarietà

Diventate parte della Svizzera solidale

Dimostrate anche voi la vostra solidarietà in occasione della giornata nazionale di raccolta fondi per lo Yemen. Potete:

  • effettuare una promessa di donazione al numero gratuito 0800 87 07 07;
  • donare online al sito;
  • donare via TWINT  (TWINT elargisce un franco per ogni donazione effettuata tramite la sua applicazione);
  • sensibilizzare i vostri contatti nei media sociali su questa tragedia umanitaria, sulle necessità delle vittime e sugli aiuti possibili;
  • seguirci in televisione, radio e sui nostri profili social.

Il 28 marzo, lanciate un chiaro segnale solidale. Insieme facciamo la differenza. Grazie di cuore!