Giovani in difficoltà

«Ogni centesimo conta» 2015: Iniziative in Svizzera

  • 01.12.2015
  • Giovani in difficoltà (JRz 2015)

La raccolta fondi «Jeder Rappen zählt» 2015 (Ogni centesimo conta) sta per partire. Dal 10 al 16 dicembre la Radiotelevisione svizzera di lingua tedesca SRG dedica ampio spazio al tema di quest’anno, ossia Uniti per i giovani in difficoltà, sotto forma di contributi radiofonici e televisivi in tutte le lingue nazionali e in diretta dalla Piazza federale di Berna.

Raccolta fondi comune per i giovani in difficoltà
Tra il 15° e il 25° anno di età, i giovani attraversano un periodo di grandi cambiamenti e spesso perdono il contatto con il mondo professionale e sociale. Per questo motivo, i fondi raccolti quest’anno nell’ambito della colletta «Ogni centesimo conta» (Jeder Rappen zählt JRZ) saranno destinati ai giovani che si trovano in situazioni di difficoltà in Svizzera e all’estero. Con i fondi raccolti saranno finanziati programmi che favoriscono un’integrazione sostenibile dei giovani nel mondo del lavoro e nella società.

Un calendario variegato

La raccolta fondi «Ogni centesimo conta» viene organizzata dalla Radiotelevisione svizzera di lingua tedesca SRF in collaborazione con la Catena della Solidarietà. Dal 10 al 16 dicembre 2015, ogni giorno dal cubo di vetro collocato sulla Piazza federale di Berna, già utilizzato nel 2009 e 2010, gli animatori daranno voce alla popolazione, a personaggi famosi e raccoglieranno fondi per questa giusta causa.

Come per le precedenti edizioni, anche quest’anno verranno organizzate individualmente varie attività, a dimostrazione della solidarietà della popolazione svizzera. Le singole iniziative di raccolta fondi possono essere inserite nel calendario delle collette della SRF.

Attività delle emittenti SRG

  • Per farsi un’idea più precisa della situazione in loco, nel mese di novembre 2015 la SRF si è recata in Colombia per incontrare i giovani. I reportage realizzati nell’ambito di questi incontri saranno trasmessi durante la settimana della raccolta fondi «Ogni centesimo conta». Sempre in questo periodo, da mezzanotte alle 18.00 circa il palinsesto dell’emittente SRF 2 sarà totalmente dedicato a questo argomento e su srf3.ch i radioascoltatori potranno seguire i programmi in diretta streaming 24 ore su 24. 
  • RTS La Première dedicherà ai Giovani in difficoltà, il tema della raccolta fondi «Ogni centesimo conta» di quest’anno, l’intera giornata di lunedì 14 dicembre, dalle 22.00 a mezzanotte. Attorno alla tavola rotonda si riuniranno specialisti e rappresentanti della Catena della Solidarietà, ma anche i principali interessati, i giovani.
    Il giorno seguente, martedì 15 dicembre, il canale radio Option Musique si occuperà della raccolta fondi «Ogni centesimo conta» dalle 8.00 alle 20.00. I radioascoltatori potranno comunicare i loro desideri musicali e nel contempo donare per una buona causa.
  • La Radiotelevisione svizzera di lingua italiana (RSI) trasmetterà dal 7 al 15 dicembre reportage e programmi in diretta sull’argomento. Anche i giovani si esprimeranno sull’argomento. Verranno inoltre presentati al pubblico i programmi d’integrazione. E il 15 dicembre anche i ticinesi potranno fare le loro donazioni.

    La Catena della Solidarietà è una fondazione, creata su iniziativa della SRG SSR | Partenariato e collaborazione

    • Keystone
    • Swisscom
    • SRG SSR alt

    Keystone

    Keystone

     

    Spesso una fotografia vale più di mille parole. Grazie al partenariato con l’agenzia fotografica svizzera Keystone, la Catena della Solidarietà dispone in qualsiasi momento gratuitamente di un’offerta completa di fotografie di attualità.

    Keystone getta uno sguardo elvetico sul nostro paese e sul mondo. Il suo team di 20 fotografi impiegati a titolo permanente in tutta la Svizzera e le agenzie partner internazionali garantiscono la copertura di qualsiasi evento di attualità. Quale maggiore agenzia fotografica della Svizzera, Keystone dispone inoltre di una ricchissima raccolta di immagini che raccontano la storia sociale della Svizzera (circa 11 milioni di fotografie d’archivio).

     

    Swisscom

    Swisscom

    Una giornata nazionale di raccolta della Catena della Solidarietà non sarebbe possibile senza il supporto di Swisscom: tra le 120 e le 150 linee telefoniche (suddivise regionalmente in sei centrali) sono messe a disposizione dall’azienda, che per queste giornate offre i propri servizi gratuitamente. In occasione della colletta per lo Tsunami, per esempio, sono state gestite oltre 70 000 chiamate.

    Anche internet è un mezzo di comunicazione essenziale della Catena della Solidarietà, mezzo che la Swisscom SA, ex Azienda delle PTT, da oltre sedici anni un partner fedele della Catena, sostiene annualmente con un considerevole importo.

    SRG SSR

    SRG SSR alt

    La Catena della Solidarietà fu fondata nel 1946 quale trasmissione radiofonica della Svizzera romanda e la sua prima colletta fu devoluta agli orfani della Seconda guerra mondiale.

    L’idea venne sviluppata ulteriormente finché, nel 1983, la Catena della Solidarietà divenne la fondazione. Oggi la Catena della Solidarietà è una fondazione che organizza raccolte di fondi per finanziare progetti di aiuto mirati. A questo scopo, essa collabora con la SRG SSR e con alcune organizzazioni umanitarie svizzere.

    Nelle giornate nazionali di colletta, all’insegna dell’idée suisse, la SRG SSR mette gratuitamente a disposizione della Catena le proprie risorse (programmi, giornalisti), partecipando così alla grande manifestazione di solidarietà e aiuto dell’intera popolazione svizzera. La Catena della Solidarietà non è un’associazione umanitaria vera e propria, ma un’opera di solidarietà che collabora con 25 organizzazioni umanitarie. L’unione con la SRG SSR è sottolineata anche dal fatto che le unità aziendali SRF, RTS, RTR e RSI hanno tutte un seggio nel Consiglio di fondazione.