Comunicato stampa

Giovani in difficoltà: La Catena della Solidarietà e la SSR SRG raccolgono fondi per progetti in Svizzera e all’estero

  • 09.12.2015
  • Comunicati stampa

La raccolta fondi annuale «Jeder Rappen zählt» (letteralmente «Ogni centesimo conta»), organizzata congiuntamente dalla Radiotelevisione svizzera di lingua tedesca SRF e dalla Catena della Solidarietà, verrà condotta dal 10 al 16 dicembre 2015 sulla Piazza federale a Berna. Anche la RTS e la RSI parteciperanno con una giornata di colletta il 15 dicembre. Le donazioni permetteranno alla Catena della Solidarietà di finanziare progetti concreti a favore dei giovani in difficoltà in Svizzera e all’estero.

I progetti mirano a permettere un loro reinserimento nella vita professionale per mezzo di formazioni e accompagnamenti individuali.

«Non solo all’estero i giovani sono confrontati con situazioni di difficoltà», spiega Fabienne Vermeulen, responsabile dell’Aiuto in Svizzera della Catena della Solidarietà. «È nostro dovere aiutarli anche in Svizzera, sostenendo progetti di organizzazioni private che svolgono un lavoro di qualità complementare a quello dello Stato e possono contare su finanziamenti privati.» Si tratta di giovani tra i 15 e i 25 anni che hanno abbandonato gli studi o la  formazione e non riescono, senza un adeguato sostegno, a trovare la loro strada. All’estero, l’attenzione si focalizza sui giovani lasciati a se stessi o vittime di sfruttamento in situazioni di conflitto o dopo una catastrofe naturale.

Programmi speciali in tutta la Svizzera
Tutti i giorni dal 10 al 16 dicembre 2016, verranno trasmessi programmi speciali in diretta sulla radio svizzero-tedesca SRF3 da uno speciale studio di vetro piazzato sulla Piazza federale a Berna. Ogni sera si terranno dei concerti, mentre durante il weekend alcuni alpinisti si cimenteranno su una parete d’arrampicata che rappresenta il successo personale raggiunto grazie a perseveranza e collaborazione. Il canale SRF zwei trasmetterà servizi su giovani in Svizzera e in Colombia.

In Svizzera romanda, il 14 dicembre dalle 22 a mezzanotte su RTS La Première si terrà una tavola rotonda animata da Jean-Marc Richard, che permetterà a giovani attualmente in reinserimento e a specialiti del settore di prendere la parola e rispondere alle domande degli ascoltatori in diretta. Martedì 15 dicembre dalle 8 alle 20 si svolgerà inoltre una giornata di raccolta fondi su Option Musique e su RTS La Première, durante la quale gli ascoltatori potranno richiedere un brano in cambio di una donazione.

In Ticino, dal 7 al 15 dicembre la RSI consacrerà al tema servizi e trasmissioni in diretta. Anche in questo caso l’iniziativa si concluderà con una giornata di raccolta fondi martedì 15 dicembre dalle 8 alle 22.

Eventuali versamenti possono essere effettuati da subito e anche dopo le giornate di raccolta. I versamenti sono possibili sia online che sul CP 10-15000-6 con la menzione «giovani in difficoltà».

La Catena della Solidarietà è una fondazione, creata su iniziativa della SRG SSR | Partenariato e collaborazione

  • Keystone
  • Swisscom
  • SRG SSR alt

Keystone

Keystone

 

Spesso una fotografia vale più di mille parole. Grazie al partenariato con l’agenzia fotografica svizzera Keystone, la Catena della Solidarietà dispone in qualsiasi momento gratuitamente di un’offerta completa di fotografie di attualità.

Keystone getta uno sguardo elvetico sul nostro paese e sul mondo. Il suo team di 20 fotografi impiegati a titolo permanente in tutta la Svizzera e le agenzie partner internazionali garantiscono la copertura di qualsiasi evento di attualità. Quale maggiore agenzia fotografica della Svizzera, Keystone dispone inoltre di una ricchissima raccolta di immagini che raccontano la storia sociale della Svizzera (circa 11 milioni di fotografie d’archivio).

 

Swisscom

Swisscom

Una giornata nazionale di raccolta della Catena della Solidarietà non sarebbe possibile senza il supporto di Swisscom: tra le 120 e le 150 linee telefoniche (suddivise regionalmente in sei centrali) sono messe a disposizione dall’azienda, che per queste giornate offre i propri servizi gratuitamente. In occasione della colletta per lo Tsunami, per esempio, sono state gestite oltre 70 000 chiamate.

Anche internet è un mezzo di comunicazione essenziale della Catena della Solidarietà, mezzo che la Swisscom SA, ex Azienda delle PTT, da oltre sedici anni un partner fedele della Catena, sostiene annualmente con un considerevole importo.

SRG SSR

SRG SSR alt

La Catena della Solidarietà fu fondata nel 1946 quale trasmissione radiofonica della Svizzera romanda e la sua prima colletta fu devoluta agli orfani della Seconda guerra mondiale.

L’idea venne sviluppata ulteriormente finché, nel 1983, la Catena della Solidarietà divenne la fondazione. Oggi la Catena della Solidarietà è una fondazione che organizza raccolte di fondi per finanziare progetti di aiuto mirati. A questo scopo, essa collabora con la SRG SSR e con alcune organizzazioni umanitarie svizzere.

Nelle giornate nazionali di colletta, all’insegna dell’idée suisse, la SRG SSR mette gratuitamente a disposizione della Catena le proprie risorse (programmi, giornalisti), partecipando così alla grande manifestazione di solidarietà e aiuto dell’intera popolazione svizzera. La Catena della Solidarietà non è un’associazione umanitaria vera e propria, ma un’opera di solidarietà che collabora con 25 organizzazioni umanitarie. L’unione con la SRG SSR è sottolineata anche dal fatto che le unità aziendali SRF, RTS, RTR e RSI hanno tutte un seggio nel Consiglio di fondazione.